Discussione:
[OFF TOPIC] Michele Santoro prossimo direttore del TG5
(troppo vecchio per rispondere)
Oceano
2012-02-09 21:05:33 UTC
Permalink
Dopo la LECCATA intervista a Tremonti e il silenzio TOMBALE su LUSI
RUTELLI E tutto il malaffare Santoro è il candidato ideale per condurre
il TG5 che fu di Mentana.
--
Pace e Bene
Giuseppe
2012-02-10 12:06:50 UTC
Permalink
Post by Oceano
Dopo la LECCATA intervista a Tremonti e il silenzio TOMBALE su LUSI
RUTELLI E tutto il malaffare Santoro è il candidato ideale per condurre
il TG5 che fu di Mentana.
Non vedo nessun collegamento tra le cazzate che dici. Premesso che
Santoro è espressamente di parte, e che qualcuno dice che Tremonti
abbia contribuito a far cadere il cavaliere, santoro sta continuando
sulla linea che ha sempre adottato.

Poi a volte mi rendo conto che il pubblico italiano è veramente
stupido (se mi permetti). Secondo te una personalità come Tremonti,
sarebbe andato da Santoro a farsi bombardare da tutti i lati? Non
abbia minimamente contrattato i termini dell'intervista (almeno i toni
e non dico i contenuti)? A quel punto Santoro, doveva dire no, non
venire, e quindi continuiamo a fare la trasmissione dei pezzenti?
Perchè Tremonti che non è stupido sa che da Santoro, possono esserci,
e ci sono stati, persone, giornalisti ecc. che vogliono mettere in
difficoltà quelli dell'altro schieramento. E Santoro non è stupido da
non mettere piu' quei personaggi dell'altro schieramento che non siano
dei piazzisti, nelle condizioni di venire nella sua trasmissione.
Ritengo una scelta intelligente da parte di entrambi. Da conoscitore
di teoria dei giochi, che sono, non avrei saputo trovare un punto di
equilibrio migliore.

Personalmente e imparzialmente ritengo l'opinione di Tremonti sullo
stato dell'economia, un punto di vista diverso e perciò almeno da
ascoltare e valutare. Personalmente pur non condividendo la sua
opinione perchè trascura alcuni meccanismi (tipicamente matematici)
dei mercati, mi ritengo, non in grado di valutarla fino in fondo, non
avendo letto nessuno dei suoi libri e non riuscendolo a seguire in
alcuni passaggi. Non ho ben capito, sinceramente, se salta dei
passaggi o se attinge ad aspetti che non conosco e quindi mi perdo io
qualcosa.
radicale 001
2012-02-10 12:28:53 UTC
Permalink
Post by Giuseppe
Post by Oceano
Dopo la LECCATA intervista a Tremonti e il silenzio TOMBALE su LUSI
RUTELLI E tutto il malaffare Santoro è il candidato ideale per condurre
il TG5 che fu di Mentana.
Non vedo nessun collegamento tra le cazzate che dici.
Domanda : ti rendi conto che stai colloquiando con uno
squilibrato ? Quel tizio e' uno /squilibrato/, tienilo presente.
Noi qui lo conosciamo da tempo.

Il resto : bel post, sei sicuramente una persona molto
intelligente. Un piacere leggerti.
Archaeopteryx
2012-02-10 13:27:04 UTC
Permalink
Post by radicale 001
Domanda : ti rendi conto che stai colloquiando con uno
squilibrato ? Quel tizio e' uno /squilibrato/, tienilo
presente. Noi qui lo conosciamo da tempo.
Mica vero che lo si conosca "tutti"; quando posta le sue
domande apparentemente serie gli viene risposto, il tutto
con un danno notevole per quanto riguarda la possibilità
di cercare con google o altri motori di ricerca. Non
capirò mai il perché di questo.
radicale.002
2012-02-10 13:55:13 UTC
Permalink
On 10 Feb, 14:27, Archaeopteryx
Post by Archaeopteryx
Post by radicale 001
Domanda : ti rendi conto che stai colloquiando con uno
squilibrato ? Quel tizio e' uno /squilibrato/, tienilo
presente. Noi qui lo conosciamo da tempo.
Mica vero che lo si conosca "tutti";
Mica ho detto "tutti", infatti.
Post by Archaeopteryx
quando posta le sue
domande apparentemente serie gli viene risposto, il tutto
con un danno notevole per quanto riguarda la possibilità
di cercare con google o altri motori di ricerca. Non
capirò mai il perché di questo.
Quoto.
Oceano
2012-02-10 13:31:37 UTC
Permalink
Post by radicale 001
Post by Giuseppe
Post by Oceano
Dopo la LECCATA intervista a Tremonti e il silenzio TOMBALE su LUSI
RUTELLI E tutto il malaffare Santoro è il candidato ideale per condurre
il TG5 che fu di Mentana.
Non vedo nessun collegamento tra le cazzate che dici.
Domanda : ti rendi conto che stai colloquiando con uno
squilibrato ?
Si era rimasti d'accordo che non ci si parlava tra di noi che ci si
lasciava in pace reciprocamente.

Hai cambiato idea?
Perché dai fastidio ad un mio interlocutore?

Noto con molto piacere che lasci sereni Enrico Gregorio, Andrea Mori ed
altri stimati partecipanti a questo ng. Lascia in pace anche il nostro caro
Giuseppe:)
--
Pace e Bene
GI
2012-02-10 17:17:58 UTC
Permalink
Post by Oceano
Hai cambiato idea?
Perché dai fastidio ad un mio interlocutore?
TUO interlocutore? Sei in un NG pubblico: se vuoi
parlare ai TUOI interlocutori, ti accomodi fuori
di qui e usi l'email.
Giuseppe
2012-02-10 13:27:08 UTC
Permalink
Post by radicale 001
Post by Giuseppe
Post by Oceano
Dopo la LECCATA intervista a Tremonti e il silenzio TOMBALE su LUSI
RUTELLI E tutto il malaffare Santoro è il candidato ideale per condurre
il TG5 che fu di Mentana.
Non vedo nessun collegamento tra le cazzate che dici.
Domanda : ti rendi conto che stai colloquiando con uno
squilibrato ? Quel tizio e' uno /squilibrato/, tienilo presente.
Noi qui lo conosciamo da tempo.
Il resto : bel post, sei sicuramente una persona molto
intelligente. Un piacere leggerti.
Ah ecco..
Grazie del complimento.
Oceano
2012-02-10 13:27:44 UTC
Permalink
Post by Oceano
e il silenzio TOMBALE su LUSI
Post by Oceano
RUTELLI E tutto il malaffare Santoro è il candidato ideale per condurre
il TG5 che fu di Mentana.
Non vedo nessun collegamento tra le cazzate che dici.
Provo a spiegarmi meglio così da farti notare i collegamenti:)

1. Santoro va via dalla RAI e da La7 perché dice di non poter fare le
trasmissioni che vuole e cioè parlare della mafia e del malaffare dei
politici.

2. Santoro arriva sul web e lo conquista subito e chiede dieci euro a
persona.

3. Santoro mette in scena una trasmissione che continua a prendere di
mira Berlusconi durante un periodo dove TUTTI(tranne parte del PDL e
parte della lega) vogliono la caduta di Berlusconi: vedi sondaggi.

4. Arrivato Monti al potere Santoro SMETTE DI COLPO ogni inchiesta su
Berlusconi, sulla mafia, sulla mafia e la politica, sulla politica in
genere e si mette a fare PROPAGANDA facendo vedere i disoccupati, coloro
che scioperano ecc ecc.

ATTENZIONE!
E' esattamente a questo punto che Santoro CONTINUA a fare l'uomo
di "sinistra" ma CONTEMPOANEAMENTE SMETTE di toccare Berlusconi e TUTTO
il malaffare compreso Bersani, D'Alema, LUSI, Rutelli, Fini,Cosentino,
Milanese, Papa ecc ecc.

SANTORO SMETTE DI DARE FASTIDIO A COSENTINO!

Invita la santanché in trasmissione e OBBLIGA gente seria come Travaglio
e Caselli a doversi confrontare con quella donna STUPIDA!

Santoro invece di fare una inchiesta facendoci vedere TUTTI I RETROSCENA
della vita dei clan, far vedere i processi, spezzoni dei processi di cui
parla SAVIANO in Gomorra, intervistare CENTINAIA di persone che vivono in
quelle zone....ecco....invece di fare questo si butta a fare la solita
intervista ai due galli da combattimento con lui che modera.

Non è un caso che io le ultime puntante non le sto più guardando perché
non manda in onda nessun reportage degno di questo nome ed invita in
studio i soliti due galli da combattimento.

E' questo uno schema SUPERATO ma lui lo vuole TENERE IN VITA come spiega
Beppe Grillo.

Pur di tenerlo in vita ecco che chiama la santanché, tremonti e se ci
fosse andrebbe a chiamare Berlusconi in persona.

Si dirà: ma li chiama per fare loro le domande scomode. NO! Le domande
scomode non gliele fa...non gli interessa approfondire perché Santoro
come noi CONOSCE GIA TUTTI I FATTI e questa gente INDAGATA non ha bisogno
di dirci nulla che già non conoscono i magistrati e che viene scritto da
anni nelle carte.

Cosa sta ESATTAMENTE facendo Santoro?

Sta LEGITTIMANDO Bersani, Vendola, Di Pietro, Rutelli, Fini, parte della
Lega ecc ecc e per farlo li CONTRAPPONE a santanché, castelli, tremonti
ecc ecc.

Questo è il gioco SCOPERTO di Michele. Il centrosinistra si avvia a
vincere le prossime elezioni e Santoro vuole stare TRANQUILLO per poter
ritornare SUBITO in RAI a dirigere una testata giornalistica.....

D'altra parte con tutte le MINACCE che ha ricevuto dalla mafia è anche
UMANO che cerchi in Bersani e D'Alema e Violante dei politici che possano
aiutarlo magari direttamente dal viminale.

Santoro faceva molto più rumore quando era in RAI che ora che può fare
come vuole.

Santoro sta dimostrando ai partiti di centro sinistra:
guardate.....potrei fare casino contro di voi e non lo faccio, vi potete
fidare di me...in cambio rimettetemi in RAI a capo di una testata
giornalistica e se vi darò fastidio potrete sempre cacciarmi di nuovo!

ATTENZIONE!

E' MARCO TRAVAGLIO che spiega in pochi minuti e lo ha fatto anche contro
Enrico Letta(nipote di Gianni) parlando male dello zio e contro Tremonti
ieri sera ed anche contro castelli e santanché.

TRAVAGLIO è CAVALLO DI TROIA che serve a Michele per spazzare via la
destra berlusconiana.

Travaglio non guarda in faccia a nessuno, Michele guarda bene in faccia
coloro che LO CANDIDARONO quando venne cacciato dalla rai da berlusconi.

L'oDIO di Santoro NON é mai stato nei confronti della CASTA ma UNICAMENTE
nei confronti di Berlusconi che lo cacciò con il famoso editto bulgaro.

Michele a differenza di Marco è stato mosso ed ancora è mosso UNICAMENTE
da ANTIBERLUSCONISMO.

A Michele il discorso sulla CASTA non ha mai interessato e se ne guarda
bene di farselo interessare perché altrimenti in RAI a prendere STIPENDI
MILIONARI non ci tornerà mai più!

Solo Travaglio e Gomez e pochi loro colleghi continuano a fare il loro
DOVERE....Padellaro,Santoro, Repubblica, Il corriere fino fino ai
giornali di estrema destra(sallusti, la padania, bel pietro, feltri ecc)
si sono FERMATI!

Si sono accodati TUTTI dietro a Berlusconi e Bersani che con Monti a capo
ci sta PRENDENDO TUTTI IN GIRO.

Ci stanno facendo pagare i DANNI fatti da questi uomini che hanno
indebitato il nostro Paese.

ECONOMIA POLITICA.

Tu dici che vuoi parlare di economia politica?
Vuoi capire quello che dice Tremonti?

Tremonti ha scritto un libro che DEVE VENDERE ed è andato già in diverse
trasmissioni a promuoverlo anche da Vespa.

Tremonti dice che la crisi in Italia è colpa della crisi negli usa.
NON é ASSOLUTAMENTE VERO!

La crisi in Italia ha radici molto diverse ed è la crisi di un SISTEMA.
E' la stessa IDENTICA crisi che portò Giuliano Amato nel 1992 a fare una
finanziaria di circa 100 000 miliardi di LIRE.

Inoltre nel 1993 fecero una legge dove il tesoro non poteva più obbligare
la banca di italia a comprare i titoli. In quel modo si cercò di
rientrare nei parametri della CEE per potere aderire al trattato della
moneta unica.

In pratica fu l'adesione ai trattati sottoscritta da Andreotti(Mastricht)
a portarci alla PRIMA TANGENTOPOLI.

La prima tangentopoli è dovuta al fatto che il SISTEMA partiti aziende
andava male perché ormai i partiti avevano sempre meno soldi da poter
spartire con le DIVERSE aziende proprio perché i diversi ministri del
tesoro e gli economisti dovevano RIENTRARE dal debito pubblico altrimenti
niente unione europa e lira carta straccia!

Quel programma di risanamento colmina con Amato e la famosa finanziaria
di cento mila miliardi di lire.

A quel punto le aziende che NON vincevano le gare di appalto e che però
(visto i bilanci dello Stato) non ricevevano NULLA o poco dallo Stato non
stavano più al gioco ed ecco che molti di loro invece di andare al
fallimento andarono da Di Pietro a parlare.

Inoltre non c'era più il pericolo comunista in URSS e neppure dagli USA
arrivavano più i DOLLARI!

Cossiga disse all'epoca: ora ci tocca andare SOLI per mare. Come a dire
abbiamo finito di farci PAGARE SALATO la nostra alleanza atlantica.

In pratica i magistrati hanno in quel periodo la possibilità di una
infinità di industriali che CORRONO a denunciare questo sistema perché
questo sistema NON c'era più....e ne vivevano solo gli svantaggi dovuti
al fatto che bisognava aderire all'euro e gli americani cambiarono
atteggiamento verso l'Italia visto che l'URSS era scomparsa.

Anche i magistrati di mani pulite dicono che dopo il 1989 gli industriali
e perfino i politici erano più propensi a parlare.

L'ECONOMIA DI GIULIO TREMONTI.

Tremonti nel 2001 a differenza di Prodi continua ad INDEBITARE l'Italia
anche perché bisogna finanziare la guerra in afghanistan ed in Iraq.

Poi arriva l'euro e la banca di Italia NON Può più stampare e DONARE allo
Stato italiano.

Quel debito viene PRESO dalla BCE che a differenza della banca di italia
FA SUL SERIO e RIVUOLE i soldi indietro....quanto meno NON ne vuole più
stampare per donarli.

E lì Tremonti è COSTRETTO ad indebitarsi con le banche, con i cittadini e
cioè a CHIEDERE e chiedere e chiedere prestiti su prestiti.

Il debito pubblico italiano andrà ad aumentare sempre di più fino ad
arrivare al 120% del PIL.

Cosa succede negli ultimi anni?

Per capirlo basta conoscere BENE la legge della domanda e della offerta.

Tu vai in giro e chiedi soldi in prestito a TUTTI gli italiani disposto a
dare solo il 2% di interesse.
Trovi 100 000 italiani disposti a darteli.

Per avere altri soldi devi dare il 2,5% e cioè convinci ALTRI
italiani....fino ad arrivare a quegli italiani che solo con un 6 o 8 per
cento ti danno i loro soldi perché PREFERISCONO SPENDERLI visto lo scarso
ricavo di un 2%.

Tremonti e Berlusconi dopo la batosta del referendum del giugno 2011 e
delle amministrative PERDONO LA TESTA e cominciano farsi prestare i soldi
proprio da quegli italiani che li danno all'OTTO PER CENTO.

La notizia si sparge in giro e molte banche che investono i soldi dei
cittadini vanno subito a ritirare i soldi investiti per REINVESTIRLI con
un tasso di interesse maggiore.

QUESTO E' IL MERCATO non è speculazione.

Ed è per questo che i soldi è la banca centrale che li deve prestare in
caso di emergenza e non la gente che ti fa GIUSTAMENTE il prezzo di
mercato.

Gli eventi della scorsa estate sono a tutti noti. Tremonti HA CONDOTTO
QUESTO PAESE ALLA BANCAROTTA.

BISOGNAVA TAGLIARE invece di chiedere altri soldi in prestito facendo
così aumentare i tassi.

E' arrivato MONTI ed ha TAGLIATO...ha quindi potuto collocare POCHISSIMI
titoli a basso tasso di interesse ed ecco che lo spread sta calando.

e' ovvio che cali...chiedi meno soldi in prestito ed ecco che trovi
sempre quelli che te li danno a basso tasso di interesse e SMETTI di
chiederne tanti concedendo elevato tasso di interesse.

IL RESTO SONO TUTTE CHIACCHIERE SPECULAZIONI CHE NON HANNO ALCUNA BASE
MACROECONOMICA!

Inoltre se guardiamo un diagramma di curva IS LM ci rendiamo conto come
l'aver spostate così tanti risparmi sui prestiti al governo Berlusconi
abbia condotto ad un prosciugamento di molti conti correnti nelle banche
italiane ed ecco che i soldi per investire NON ci sono.

In pratica la gente ha investito durante l'estate prestando i soldi a
Tremonti ed ora i soldi per la crescita NON ci sono.

Quindi l'equilibrio si è spostato verso il BASSO e cioè un PIL
minore....ma qui temo di perdere la tua preziosissima attenzione perché
andrei ad usare un linguaggio troppo tecnico di macroeconomia.

In ogni caso se non conosci la macro economia ti consiglio di leggere con
attenzione il libro di Abel -Bernanke; Macroeconomia, Il mulino 1994. E'
un libro notevole e facilissimo da capire.

Ciao:)
--
Pace e Bene
Giuseppe
2012-02-13 09:14:57 UTC
Permalink
Post by Oceano
L'ECONOMIA DI GIULIO TREMONTI.
Quali fonti hai per dire che Tremonti è andato a indebitarsi all'8? Io
nn lo so chiedo. Quant'è stato il tasso sulle ultime aste fatte
durante il governo Berlusconi? Qual'è stato il volume collocato(per
dire che c'è stato un significativo spostamento sugli inv. in titoli
italiani)?
Quello che accade sui mercati secondari poi, non riguarda mica il
ministro del tesoro? Riguarda le scelte dei singoli investitori e
delle banche. Riguarda le aspettative circa il futuro dell'italia, il
pil, il nuovo debito, l'euro ecc. Se vogliamo, nemmeno nelle aste, è
il tesoro che fissa il tasso, certo può influenzarlo, per questo ti
dico, se lo sai, dimmi come sono andate queste aste,visto che sei
così sicuro di come sono andate le cose.

Tu vuoi insegnare a me qualcosa di economia? Posso insegnarti io
qualcosa a te, se vuoi;

Sicuramente, prima di andarti a studiare quelle cose che ci sono
scritte nei libri di macro hai capito come funzionano le curve, a
livello micro. Sarai partito dalle scelte razionali in condizioni di
certezza, per poi passare a quelle un po piu' realistiche in
condizioni di incertezza. Avrai capito poi come ciò si adatta a
livello di offerta da parte delle imprese. Avrai studiato poi i
comportamenti di insiemi di imprese (industrie, da qui il termine
economia industriale) in condizioni di competizione tra loro
(monopoli, oligopoli, regolamentazioni e politiche di prezzo,
relazioni principale agente e contract theory) e ne avrai studiati i
relativi equilibri di nash. Solo a quel punto sarai stato in grado di
studiare i fallimenti de mercato e l'equilibrio economico generale.

Sapendo questo, avrai potuto poi adattare queste conoscenze a livello
generale a particolari mercati (e quindi sei passato alla cosiddetta
macroeconomia), il credito, la moneta ecc. ecc. con ognuno le
particolarità che li ditingue. Per arrivare a un equilibrio fra
l'insieme di mercati (beni, moneta, ecc.). Prima in senso statico
(cioè senza alcun collegamento con la realtà) poi in senso dinamico
(per quel poco o pochissimo che si può fare in tal senso, grazie
soprattutto alla matematica e che comunque, risultati che rimangono
ignoti ai piu')

Se poi ti sei vouto concentrare sui mercati finanziari, avrai capito
come funzionano altri peculiari mercati, i mercati in cui vengono
scambiati i rischi (spread (e quindi rischi di credito) interessi (e
quindi scambio di oggi col domani, scambi intertemporali) ecc)
Tutto questo è economia. Le distinzioni che vengono fatte (macro,
micro, micro II , economia industriale, ecc. è solo per comodità
didattica, nelle università, per dividere le cattedre ecc.) Ma la
materia è sempre una. Puoi conoscerla o non puoi conoscerla, non c'è
una via di mezzo.

Poi ci sono altre materie importanti per analizzare la situazione di
un paese o di una crisi: storia, relazioni internazionali ecc.

Tu sei sicuro di conoscere tutto questo? Io sinceramente no.
Oceano
2012-02-13 19:30:24 UTC
Permalink
Post by Giuseppe
Post by Oceano
L'ECONOMIA DI GIULIO TREMONTI.
Quali fonti hai per dire che Tremonti è andato a indebitarsi all'8? Io
nn lo so chiedo.
I giornali on line dell'epoca il sole 24 in particolare. Le aste andate
deserte.
http://www.finanzautile.org/titoli-di-stato-giovedi-10-giugno-in-asta-bot-
trimestrali-ed-annuali.htm
Post by Giuseppe
Quant'è stato il tasso sulle ultime aste fatte
durante il governo Berlusconi? Qual'è stato il volume collocato(per
dire che c'è stato un significativo spostamento sugli inv. in titoli
italiani)?
Tendi a complicare inutilmente un ragionamento semplicissimo.

I titoli hanno TUTTI una scadenza! Nel momento in cui un investitore passa e
ritira i soldi ha due scelte o reinviste nello stato italiano o non reinveste
nello stato italiano.
A Giugno scorso non c'era nessun motivo per non reinvestire in titoli di
stato italiani.

Evidentemente questi investitori avevano opzioni migliori e cioè investire
nei titoli greci nel breve termine oppure in altri titoli sempre di breve
termine.

Con la BCE pronta a comprare i titoli italiani e greci che fa da CALMIERE del
mercato ecco che un aumento dei tassi non trova altra spiegazione che un
BERLUSCONI che ha bisogno di ELIMINARE altre tasse ed ecco che chiede a
Tremonti di avere "coraggio" e cioè andare dagli STROZZINI!

Qui entra in gioco il discorso sulla legge di domanda ed offerta dove è ovvio
che per trovare gente disposta a prestare i propri soldi invece che spenderli
ecco che DEVI aumentare il tasso di interesse.

Quando la notizia si è sparsa in giro ecco che TUTTI sono andati a ritirare i
loro titoli PERDENDO qualcosina per poi RICOLLOCARLI con un tasso più elevato
visto che BERLUSCONI chiedeva soldi.

A Berlusconi andava BENISSIMO avere più soldi con un tasso più elevato. Lui
avrebbe conceso anche il 20% senza alcun problema e Tremonti ha seguito
Silvio e la Lega che con il timore di perdere il potere(che di fatto hanno
perso almeno al ministero del tesoro) hanno cominciato ad indebitarsi.

A quel punto entrano in scena Germania e Francia.

Se l'Italia CONCEDE tassi così elevati ecco che CAMBIA il mercato, fanno
concorrenza ai tedeschi ed ai francesi e agli stessi americani.
A quel punto la faccenda diventa internazionale e Berlusconi non riesce a
convincere i tedeschi e neppure i francesi. La BCE entra in un secondo
momento quando deve CALMIERARE il mercato ma ormai la notizia si è sparsa e
tutti corrono a ritirare i titoli per poi reinvestire con un tasso maggiorato.

Questa cosa è stata chiamata speculazione ma in effetti è una cosa
normalissima.

All'epoca della buonanima di Bettino i soldi li STAMPAVA la banca di italia
ed ecco che si risolveva il problema.....Silvio invece ha dovuto indebitarsi
anche al 20% con i cinesi per poter pagare stipendi e pensioni ed interessi
sul debito.
Molte famiglie(RECESSIONE) invece di investire i risparmi li hanno CONSUMATI
per vacanze o per CONSUMI correnti.

Quando c'è crisi economia o lo Stato INVESTE e quindi si ABBASSANO gli
interessi perchè TUTTI hanno interesse ad investire in prodotti che hanno un
futuro oppure se lo Stato si limita a chiedere i soldi per le spese correnti
ecco che si capisce l'andazzo....l'inflazione che aumenta e si pensa in
termini di inflazione ATTESA ed a quel punto devi per forza alzare il tasso.

Tremonti e Silvio avrebbero dovuto TAGLIARE.
Invece all'indomani delle elezioni fecero scoppiare l'emergenza SICUREZZA per
sistemare i leghisti al nord nella polizia locale e per quelli di AN al sud e
al centro per la polizia nazionale e cioè ARRUOLARE e pagare invece che
TAGLIARE.

Nel comparto sicurezza bisognerebbe almeno DIMEZZARE le spese ed
ottimizzare....tutti questi poliziotti e carabinieri NON servono. Ma lo stato
ASSUME.

Se al posto di fini e bossi al governo avevi bersani ecco che ti facevano una
assunzione di RACCOMANDATI in scuola ed università.... dopo le elezioni
bisogna sempre ripagare.

Ora alle elezioni è VIETATO andarci anche se l'OTTANTA PER CENTO DEGLI
ITALIANI vorrebbe andare ad Aprile.

Invece bisogna tenersi Monti che sarà persona perbene ma non lo abbiamo
scelto noi.
Post by Giuseppe
Se vogliamo, nemmeno nelle aste, è
il tesoro che fissa il tasso, certo può influenzarlo, per questo ti
dico, se lo sai, dimmi come sono andate queste aste,visto che sei
così sicuro di come sono andate le cose.
Monti invece di chiedere i soldi in prestito ha detto agli investitori: IO
TAGLIO LA SPESA PUBBLICA IN MODO STRUTTURALE E PER I PROSSIMI ANNI NON HO
BISOGNO DI SOLDI DA FARMI PRESTARE CON ALTO TASSO DI INTERESSE.

A questo punto NON ha collocato molti titoli e quei pocih che ha collocato ha
concesso tassi più bassi.

A questo punto gli investitori hanno pensato: qui si fa sul serio con
Monti...questo taglia davvero ed i tassi rimarranno bassi.....a quel punto
hanno dovuto scegliere tra Grecia (elevato rendimento ma possibile
banacoratta sul lungo termine) o l'Italia nel LUNGO TERMINE.

Un conto è un investimento di breve termine(scegli la grecia) altro è sul
lungo termine(DIECI ANNI: scegli l'Italia).
Post by Giuseppe
Tu vuoi insegnare a me qualcosa di economia? Posso insegnarti io
qualcosa a te, se vuoi;
fa pure:)

Tanto questo è un personaggio decisamente migliore degli altri:)
--
Pace e Bene
Giuseppe
2012-02-14 08:57:08 UTC
Permalink
Post by Oceano
Post by Giuseppe
Post by Oceano
L'ECONOMIA DI GIULIO TREMONTI.
Quali fonti hai per dire che Tremonti è andato a indebitarsi all'8? Io
nn lo so chiedo.
I giornali on line dell'epoca il sole 24 in particolare. Le aste andate
deserte.http://www.finanzautile.org/titoli-di-stato-giovedi-10-giugno-in-asta...
trimestrali-ed-annuali.htm
 >Quant'è stato il tasso sulle ultime aste fatte
Post by Giuseppe
durante il governo Berlusconi? Qual'è stato il volume collocato(per
dire che c'è stato un significativo spostamento sugli inv. in titoli
italiani)?
Tendi a complicare inutilmente un ragionamento semplicissimo.
I titoli hanno TUTTI una scadenza! Nel momento in cui un investitore passa e
ritira i soldi ha due scelte o reinviste nello stato italiano o non reinveste
nello stato italiano.
A Giugno scorso non c'era nessun motivo per non reinvestire in titoli di
stato italiani.
Evidentemente questi investitori avevano opzioni migliori e cioè investire
nei titoli greci nel breve termine oppure in altri titoli sempre di breve
termine.
Con la BCE pronta a comprare i titoli italiani e greci che fa da CALMIERE del
mercato ecco che un aumento dei tassi non trova altra spiegazione che un
BERLUSCONI che ha bisogno di ELIMINARE altre tasse ed ecco che chiede a
Tremonti di avere "coraggio" e cioè andare dagli STROZZINI!
Qui entra in gioco il discorso sulla legge di domanda ed offerta dove è ovvio
che per trovare gente disposta a prestare i propri soldi invece che spenderli
ecco che DEVI aumentare il tasso di interesse.
Quando la notizia si è sparsa in giro ecco che TUTTI sono andati a ritirare i
loro titoli PERDENDO qualcosina per poi RICOLLOCARLI con un tasso più elevato
visto che BERLUSCONI chiedeva soldi.
Ma quale notizia si è sparsa? cosa hanno fatto concretamente
berlusconi e tremonti per far alzare i tassi? Spiega, dove sono
andati? Da chi?
Quel link che hai incollato non dice niente circa i tassi all'8% di
cui parla.
E poi c'è una ignoranza in giro che fa paura. Davvero pensi che quado
il tiggì parla di spread quelli siano i tassi di rendimento dei
titoli? Cioè se lo spread è 500 punti e la germania rende 120 punti io
posso comprarmi un titolo di stato italiano che rende il 6,2%? Oppure,
com'è veramente, quello spread significa che un particolare titolo
derivato, che si chiama derivato creditizio e che è una scommessa sul
merito creditizio di un tizio (estraneo al contratto, per esempio
l'italia) è quotato, per quel particolare giorno con quel margine
rispetto al merito creditizio di un altro tizio (per esempio la
germania)? Mi spieghi come facevano tremonti e berlusconi a
influenzare il mercato globale dei derivati creditizi? Perchè è di
quelli che si parla, solo che i giornalisti e anche voi di questo ng
probabilmente, non avete la piu' pallida idea di cosa sia un derivato
creditizio.

Una volta che mi hai spiegato questo che ti ho chiesto (e non me lo
saprai spiegare) ti potrei chiedere negli stessi termini, di spiegarmi
in termini formali, ognuna della miriade di cazzate che hai scritto,
che non saprai spiegare, e perchè?Bhe perchè ti ho scritto una serie
di nozioni che dovresti conoscere, Le conosci? No. Allora perchè
continui a scrivere? Vattele a studiare, ci vediamo tra 4,5 anni.
fulmo
2012-02-14 09:02:19 UTC
Permalink
Post by Giuseppe
Una volta che mi hai spiegato questo che ti ho chiesto (e non me lo
saprai spiegare) ti potrei chiedere negli stessi termini, di spiegarmi
in termini formali, ognuna della miriade di cazzate che hai scritto,
che non saprai spiegare, e perchè?Bhe perchè ti ho scritto una serie
di nozioni che dovresti conoscere, Le conosci? No. Allora perchè
continui a scrivere? Vattele a studiare, ci vediamo tra 4,5 anni.
Tra 40, 50 anni e' piu' realistico ;-)

P.S.: don't feed the troll
Oceano
2012-02-14 18:51:53 UTC
Permalink
Post by Giuseppe
Ma quale notizia si è sparsa? cosa hanno fatto concretamente
berlusconi e tremonti per far alzare i tassi? Spiega, dove sono
andati? Da chi?
Hanno EMESSO titoli di Stato e le aste andavano DESERTE
o quasi ed ecco che per collocarli Tremonti alzava i tassi
ed ecco che le aste non andavano più deserte.

A questo punto coloro che parteciparono a queste aste cominciarono
a parlarne con altri nelle BANCHE e così si sparse la voce.
Si tratta di TITOLI di Stato che hanno un valore simile alla banconote
della banca di italia.

Infatti quando si parla di moneta in una accezione più ampia
si tirano dentro anche i depositi overnight ecc ecc...ma qui si entra
nel tecnico e non ci interessa...
Post by Giuseppe
Quel link che hai incollato non dice niente circa i tassi all'8% di
cui parla.
Però fa vedere che i titoli furono emessi.
Inoltre seguendo questi giornali possiamo essere INFORMATI
sulle emissioni trimstrali.
Sono argomeni questi che li conoscono alla perfezione i direttori delle banche.
se vai in banca e chiedi ecco che qualcosa ti sapranno dire...
Post by Giuseppe
E poi c'è una ignoranza in giro che fa paura. Davvero pensi che quado
il tiggì parla di spread quelli siano i tassi di rendimento dei
titoli?
Anche quando di parla del PIL bisogna vedere STATISTICAMENTE
come si arriva a calcolarlo. Fossi in te mi concentrerei più sul PIL
che non sullo spread e cose di questo genere.
Post by Giuseppe
Cioè se lo spread è 500 punti e la germania rende 120 punti io
posso comprarmi un titolo di stato italiano che rende il 6,2%?
Lo spread è il DIFFERENZIALE(che non è quello che usiamo in matematica)
cioè la differenza tra il rendimento della germania e quello dell'Italia.
Lo spread è una METRICA ci misura la distanza tra Germania ed Italia
ed in questo computo entrano come dici tu stesso altre variabili tra cui il PIL.

Una di queste variabili è la seguente:

La Germania avrà bisogno di molti soldi in prestito nei prossimi mesi?
Chi avrà più bisogno di soldi nei prossimi mesi l'Italia o la Germania?

Chi collocherà più titoli sul mercato nei prossimi tre mesi l'Italia o la
Germania?

la risposta è l'Italia collocherà molti più titli perché deve rifinanziare il
debito pubblico e perché ci sono i titoli in SCADENZA decennale che Berlusconi
emise nel 2002 per finanziare sia la guerra in Afghanistan comprando le armi
sia quella di li a poco in Iraq.
Dopo dieci anni i debiti dell'Italia scadono ed ecco che lo spread aumenta ecc
ecc.

In ogni caso fossi in te mi concetrerei sul PIL:)
Post by Giuseppe
Oppure,
com'è veramente, quello spread significa che un particolare titolo
derivato, che si chiama derivato creditizio e che è una scommessa sul
merito creditizio di un tizio (estraneo al contratto, per esempio
l'italia) è quotato,
Ecco, BRAVO!
La "scommessa" però non si fa al buio ma ci si informa su di una
serie di parametri e poi si la differenza tra Germania e Italia
e si ottiene il differenziale.



<
Post by Giuseppe
per quel particolare giorno con quel margine
rispetto al merito creditizio di un altro tizio (per esempio la
germania)? Mi spieghi come facevano tremonti e berlusconi a
influenzare il mercato globale dei derivati creditizi?
E tu hai capito le VARIABILI su cui si basa il calcolo dello spread?

Per es tu hai capito COME si elabora il PIL?
Allo stesso modo sei sicuro di aver capito come si elaborano le variabili che
entrano a far parte del differenziale cioè dello spread?

Per es. la FIDUCIA nel governo Berlusconi di effettuare le riforme che si
rinviavano nel 2013, le finanziarie che non dicevano nulla di preciso ed ecco
che non si capiva bene se l'Italia era al tracollo o meno...

Mentre Berlusconi diceva che tutto procedeva bene e che i ristoranti erano
pieni ecco che Tremonti collocava titoli anche ad elevati tassi di interesse.

Il tasso ELEVATO non è diretta colpa di Tremonti che ha dovuto subire la
concorrenza dei tassi della Grecia nel BREVE.
Nel breve la grecia fa concorrenza perché entro tre mesi tu sai se fallirà o
meno ma entro tre anni ecco che la scommessa è più ardua e quindi entro tre
anni scommetti sull'Italia e così a lungo termine si abbassano gli
interessi....ma se l'inflazione aumenta ecco che si pensa in termini di
inflazione ATTESA e quindi sul lungo termine pure ti aumetano i tassi.

Fossi in te mi chiederei: cosa ha fatto MARIO MONTI per fare abbassare lo
spread?:)

Perché Tremonti non lo ha fatto insieme a Berlusconi e hanno preferito andare a
casa?

Queste domande perché non te le fai?:)
Post by Giuseppe
Perchè è di
quelli che si parla, solo che i giornalisti e anche voi di questo ng
probabilmente, non avete la piu' pallida idea di cosa sia un derivato
creditizio.
Certamente non è il debito della Repubblica italiana:)
Fossi in te mi concentrerei sul DEBITO che ha accumulato
Tremonti in questi dieci anni e come ora i debitori lo stavano
inseguendo e non riuscendo a pagare i DEBITI chiedeva altro credito
e però GLI STESSI creditori gli facevano credito ma con elevati interessi...

Berlusconi ha presentato IL CONTO! E Monti è il CAMERIERE che arriva
col piattino in mano!
Post by Giuseppe
Una volta che mi hai spiegato questo che ti ho chiesto (e non me lo
saprai spiegare) ti potrei chiedere negli stessi termini, di spiegarmi
in termini formali, ognuna della miriade di cazzate che hai scritto,
che non saprai spiegare, e perchè?Bhe perchè ti ho scritto una serie
di nozioni che dovresti conoscere, Le conosci? No. Allora perchè
continui a scrivere? Vattele a studiare, ci vediamo tra 4,5 anni.
Io ti ho solo consigliato di dare uno sguardo alla curva IS LM che trovi
su tutti i manuali di macroeconomia e ti ho consigliato il testo di Abel e
Bernanke che mi sembra il migliore in circolazione ed è del 1994, per
aggiornamenti ti consiglio Olivier Blachard che è del 2011 e lì
ti spiega nei dettagli cosa sono i derivati e come la crisi dagli usa si è
spostata in europa.

ciao:)
--
Pace e Bene
Giuseppe
2012-02-15 12:05:22 UTC
Permalink
Post by Oceano
Post by Giuseppe
Ma quale notizia si è sparsa? cosa hanno fatto concretamente
berlusconi e tremonti per far alzare i tassi? Spiega, dove sono
andati? Da chi?
Hanno EMESSO titoli di Stato e le aste andavano DESERTE
o quasi ed ecco che per collocarli Tremonti alzava i tassi
ed ecco che le aste non andavano più deserte.
A questo punto coloro che parteciparono a queste aste cominciarono
a parlarne con altri nelle BANCHE e così si sparse la voce.
Si tratta di TITOLI di Stato che hanno un valore simile alla banconote
della banca di italia.
Tutti i titoli hanno un valore monetario. Volevo sapere queste aste
andate deserte, a che rendimenti sono stati poi collocati i titoli?
Erano emissioni molto piu' consistenti di quelle dei periodi
precedenti o erano nella normA (come volumi). Quali erano questi
volumi. Se non mi riporti numeri non ti capirò mai.
Post by Oceano
Infatti quando si parla di moneta in una accezione più ampia
si tirano dentro anche i depositi overnight ecc ecc...ma qui si entra
nel tecnico e non ci interessa...
Ci interessa, solo che tu fai confusione. cosa c'entra la base
monetaria con il debito pubblico. E cosa c'entrano i depoisiti che
sono debito privato?
Post by Oceano
Post by Giuseppe
Quel link che hai incollato non dice niente circa i tassi all'8% di
cui parla.
Però fa vedere che i titoli furono emessi.
Inoltre seguendo questi giornali possiamo essere INFORMATI
sulle emissioni trimstrali.
Sono argomeni questi che li conoscono alla perfezione i direttori delle banche.
se vai in banca e chiedi ecco che qualcosa ti sapranno dire...
Non voglio sapere di come è la regola. Voglio sapere, sempre se lo
sai, cosa c'era di diverso nelle aste fatte da tremonti rispetto alle
aste precedenti. Sono stati emessi piu' titoli? Quanti ti piu'?
Post by Oceano
Post by Giuseppe
E poi c'è una ignoranza in giro che fa paura. Davvero pensi che quado
il tiggì parla di spread quelli siano i tassi di rendimento dei
titoli?
Anche quando di parla del PIL bisogna vedere STATISTICAMENTE
come si arriva a calcolarlo. Fossi in te mi concentrerei più sul PIL
che non sullo spread e cose di questo genere.
Cosa vuol dire concentrarsi sul PIL? Posso concentrarmi sullo spread
se si parla di spread e sul Pil se si parla di Pil.
Perchè tiri fuori il Pil adesso?
Post by Oceano
Post by Giuseppe
Cioè se lo spread è 500 punti e la germania rende 120 punti io
posso comprarmi un titolo di stato italiano che rende il 6,2%?
Lo spread è il DIFFERENZIALE(che non è quello che usiamo in matematica)
cioè la differenza tra il rendimento della germania e quello dell'Italia.
Lo spread è una METRICA ci misura la distanza tra Germania ed Italia
ed in questo computo entrano come dici tu stesso altre variabili tra cui il PIL.
La Germania avrà bisogno di molti soldi in prestito nei prossimi mesi?
Chi avrà più bisogno di soldi nei prossimi mesi l'Italia o la Germania?
Chi collocherà più titoli sul mercato nei prossimi tre mesi l'Italia o la
Germania?
Oltre a chi collocherà piu' titoli si chiederanno pure chi sarà in
grado di ripagarli e perchè non ti pare? Banalmente l'italia potrebbe
aver bisogno di molti piu' soldi semplicemente perchè i suoi scenziati
hanno scoperto nuove tecnologie da immettere sul mercato. Quindi nuovi
investimenti (veri, non sulla carta). Allora certo che avrebbe bisogno
di piu' tituli, ma anche sarebbe piu' capace di ripagarli.

Quindi c'entra: La richiesta di titoli ma anche e soprattutto la
destinazione di quella raccolta. Se la raccolta viene destinata a
sperpero, i mercati ti puniscono. Giustamente.
Se la raccolta viene destinata a buoni investimenti, il mercato ti da
i soldi e non ti chiede nemmeno un grosso rendimento in cambio.
Post by Oceano
la risposta è l'Italia collocherà molti più titli perché deve rifinanziare il
debito pubblico e perché ci sono i titoli in SCADENZA decennale che Berlusconi
emise nel 2002 per finanziare sia la guerra in Afghanistan comprando le armi
sia quella di li a poco in Iraq.
Dopo dieci anni i debiti dell'Italia scadono ed ecco che lo spread aumenta ecc
ecc.
Quindi i titoli che berlusconi ha emesso o fatto emettere nel 2002,
sono talmente elevati (perchè tutti gli anni scadono i titoli non ti
pare? Quelli emessi 10 anni prima ecc. e questo vale anche per gli
alti paesi non ti pare? C'è solo un discorso numerico. E voglio
scoprire se lo sai o se parli a vanvera) in quanto a volumi che hanno
inciso sulla percezione della capacità dell'italia di rinnovarli.
GIusto? Fermo restando che sto aspettando sempre di sapere quanti sono
questi titoli (e che rendimento hanno) secondo te i mercati sono così
fessi che aspettano la scadenza per aggiornare la loro percezione
sull'italia? Come se quei titoli potevano anche non scadere? Ma tu
c'hai le pigneee!
Post by Oceano
In ogni caso fossi in te mi concetrerei sul PIL:)
Post by Giuseppe
Oppure,
com'è veramente, quello spread significa che un particolare titolo
derivato, che si chiama derivato creditizio e che è una scommessa sul
merito creditizio di un tizio (estraneo al contratto, per esempio
l'italia) è quotato,
Ecco, BRAVO!
La "scommessa" però non si fa al buio ma ci si informa su di una
serie di parametri e poi si la differenza tra Germania e Italia
e si ottiene il differenziale.
<
Post by Giuseppe
per quel particolare giorno con quel margine
rispetto al merito creditizio di un altro tizio (per esempio la
germania)? Mi spieghi come facevano tremonti e berlusconi a
influenzare il mercato globale dei derivati creditizi?
E tu hai capito le VARIABILI su cui si basa il calcolo dello spread?
Per es tu hai capito COME si elabora il PIL?
Allo stesso modo sei sicuro di aver capito come si elaborano le variabili che
entrano a far parte del differenziale  cioè dello spread?
Per es. la FIDUCIA nel governo Berlusconi di effettuare le riforme che si
rinviavano nel 2013, le finanziarie che non dicevano nulla di preciso ed ecco
che non si capiva bene se l'Italia era al tracollo o meno...
Mentre Berlusconi diceva che tutto procedeva bene e che i ristoranti erano
pieni ecco che Tremonti collocava titoli anche ad elevati tassi di interesse.
Il tasso ELEVATO non è diretta colpa di Tremonti che ha dovuto subire la
concorrenza dei tassi della Grecia nel BREVE.
Nel breve la grecia fa concorrenza perché entro tre mesi tu sai se fallirà o
meno ma entro tre anni ecco che la scommessa è più ardua e quindi entro tre
anni scommetti sull'Italia e così a lungo termine si abbassano gli
interessi....ma se l'inflazione aumenta ecco che si pensa in termini di
inflazione ATTESA e quindi sul lungo termine pure ti aumetano i tassi.
Fossi in te mi chiederei: cosa ha fatto MARIO MONTI per fare abbassare lo
spread?:)
Perché Tremonti non lo ha fatto insieme a Berlusconi e hanno preferito andare a
casa?
Queste domande perché non te le fai?:)
Post by Giuseppe
Perchè è di
quelli che si parla, solo che i giornalisti e anche voi di questo ng
probabilmente, non avete la piu' pallida idea di cosa sia un derivato
creditizio.
Certamente non è il debito della Repubblica italiana:)
Fossi in te mi concentrerei sul DEBITO che ha accumulato
Tremonti in questi dieci anni e come ora i debitori lo stavano
inseguendo e non riuscendo a pagare i DEBITI chiedeva altro credito
e però GLI STESSI creditori gli facevano credito ma con elevati interessi...
Berlusconi ha presentato IL CONTO! E Monti è il CAMERIERE che arriva
col piattino in mano!
Post by Giuseppe
Una volta che mi hai spiegato questo che ti ho chiesto (e non me lo
saprai spiegare) ti potrei chiedere negli stessi termini, di spiegarmi
in termini formali, ognuna della miriade di cazzate che hai scritto,
che non saprai spiegare, e perchè?Bhe perchè ti ho scritto una serie
di nozioni che dovresti conoscere, Le conosci? No. Allora perchè
continui a scrivere? Vattele a studiare, ci vediamo tra 4,5 anni.
Io ti ho solo consigliato di dare uno sguardo alla curva IS LM che trovi
su tutti i manuali di macroeconomia e ti ho consigliato il testo di Abel e
Bernanke che mi sembra il migliore in circolazione ed è del 1994, per
aggiornamenti ti consiglio Olivier Blachard che è del 2011 e lì
ti spiega nei dettagli cosa sono i derivati e come la crisi dagli usa si è
spostata in europa.
ciao:)
--
Pace e Bene
Oceano
2012-02-15 14:28:56 UTC
Permalink
Post by Giuseppe
Tutti i titoli hanno un valore monetario. Volevo sapere queste aste
andate deserte, a che rendimenti sono stati poi collocati i titoli?
http://www.linkiesta.it/bot-al-4-cosi-i-banchieri-hanno-scaricato-tremonti

Puoi vedere questo articolo del settembre scorso per esempio.
Qui il rendimento è già superiore al 4%.

Se qui per es Tremonti avesse detto: TAGLIAMO LE PENSIONI E BERLUSCONI E BOSSI
AVESSERO DETTO DI SI ecco che Tremonti avrebbe potuto collocare MINORI titoli e
cioè offrire MENO al mercato e così la domanda SUPERAVA l'offerta.

In questo modo quei "pochi" nuovi titoli sul mercato creava CONCORRENZA tra le
banche italiane ed estere con la bce che nel frattempo dava il tempo al governo
italiano per mettere a punto i tagli.
Invece tutti i tagli venivano rinviati al 2013 ed ecco che Tremonti era
costretto ad andare a collocare più titoli così da superare la DOMANDA.....

E' la legge della domanda e dell'offerta che tu sicuramente ben conosci:)
Post by Giuseppe
Erano emissioni molto piu' consistenti di quelle dei periodi
precedenti o erano nella normA (come volumi). Quali erano questi
volumi. Se non mi riporti numeri non ti capirò mai.
Appena avrò del tempo farò un salto in emeroteca e ricercherò un po' tra le
gazzette ufficiali guidato ovviamente dalle riviste del settore e così possiamo
fare i conti precisi. Però tieni presente che il debito dell'Italia con
Berlusconi ad ottobre ha raggiunto un record STORICO!

Questo deve farci pensare che siano stati collocati tanti titoli ad elevati
interessi.....
d'altra parte non ci si può spigare lo spread oltre i 500 punti.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-12-24/spread-btpbund-oltre-punti-
081106.shtml?uuid=AaSCNMXE

Tanto è giusta la mia analisi che qui con MARIO MONTI abbiamo ancora i titoli
decennali con interessi al 7%.

Monti ha parlato ripetutamente di BARATRO...di stare ad un passo dal baratro
perché è ovvio che se collochi al 7% ecco che gli altri VENDONO sul secondario
per comprare i nuovi titoli.

Era questa cosa che veniva chiamata speculazione.

Fino a qui è chiaro?
Post by Giuseppe
Post by Oceano
Infatti quando si parla di moneta in una accezione più ampia
si tirano dentro anche i depositi overnight ecc ecc...ma qui si entra
nel tecnico e non ci interessa...
Ci interessa, solo che tu fai confusione. cosa c'entra la base
monetaria con il debito pubblico. E cosa c'entrano i depoisiti che
sono debito privato?
Il POTERE DI ACQUISTO di una moneta varia nel tempo....per es è vero che
Berlusconi batte Craxi col debito pubblico ma bisogna vedere anche
PARALLELAMENTE l'inflazione all'epoca e cioè qui milioni di euro di oggi quanto
ESATTAMENTE valevano all'epoca di Craxi.

In questo senso il concetto di moneta si LEGA al concetto di PREZZO e così si
ottiene il potere di acquisto. Cioè cosa REALMENTE vale quella moneta, cioè un
conto è il valore nominale altro quello che ci puoi acquistare.

Ma queste cose tu sicuramente le sai:)

Ora....sta attento qui....il debito è una percentuale del PIL..

Se il debito lo esprimo rispetto al PIL e il PIL lo esprimo NON in termini
assoluti ma lo INDICIZZO facendo 100 un anno base ecco che ragionare con questa
statistica IMPLICA fare riferimento all'anno base per es. al 2000.

Ma bisogna vedere al 2000 cosa ci compravi con un euro e cioè con 1936 lire.

Cmq queste cose nei testi di statistica economica viene spiegata ed anche nei
libri di contabilità nazionale.
Post by Giuseppe
Non voglio sapere di come è la regola. Voglio sapere, sempre se lo
sai, cosa c'era di diverso nelle aste fatte da tremonti rispetto alle
aste precedenti. Sono stati emessi piu' titoli? Quanti ti piu'?
Ti farò sapere.
Tuttavia mettiamo che Tremonti avesse collocato dei titoli nel 2001 per dieci
miliardi di euro con interessi al 1%.

Poi magari nel giugno 2011 ne colloca venti miliardi al 2%.....e poi dice:
INVESTIREMO sulla salerno reggio calabria....

ecco, a quel punto di SICURO gli investitori pretenderanno maggiori interessi
ma non tanto per il rischio ma quanto per il fatto che quei soldi sono male
investiti e quindi ecco che Tremonti non potrà pagare TRIMESTRALMENTE interessi
più elevati.

Se invece avesse detto: Io tremonti investo nelle centrali fotovoltaiche e
VENDEREMO l'energia ad aziende e privati ecco che poi SICURAMENTE gli
investitori SUL TRIMESTRALE pretendevano PROFITTI maggiori ma quando Tremonti
collocava DOPO UN ANNO i trimestrali e le centrali fotovoltaiche andavano
benissimo ecco che poteva collocare "pochi" titoli in trimestrale e LE BANCHE
TEDESCHE a mettersi in cosa fuori dalla porta per accaparrarsi quei titoli
dello Stato italiano che FA CASSA.

E' chiara la differenza tra l'andare ad indebitarsi e l'andare ad INVESTIRE?

Il discorso si complica perché quando tu VENDI l'energia elettrica alle aziende
ecco che FAI GIRARE la massa monetaria evitando che la impresa investa qui
soldi altrove e quindi tu ministero del tesoro diventi POLO DI ATTRAZIONE dei
capitali.

Ora ti faccio io una domanda a te:

C'è una banca che ha finanziato i lavori sulla salerno reggio calabria dove ci
sono inflitrazioni mafiose e ti da il 5% dopo un anno....e c'è una banca che ha
finanziato le auto elettriche in germania e ti da il 4% dopo un anno...tu DOVE
investi i tuoi soldi?

Fino a qui dopo UN ANNO appena tu dici: i soldi li do alla salerno reggio
calabria perché il POTERE DI ACQUISTO in italia è ancora buono ed inoltre NON
c'è più il marco ma l'euro.

Poi però devi fare un DECENNALE e quelli della salerno reggio ti danno il 6 e i
tedeschi il 4,5.

TU quale delle due banche pensi che potrebbe FALLIRE di lì a dieci anni?

Quindi il ragionamento si sposta alle BANCHE perché queste COMPRANO i titoli di
Stato ma se il governo prende questi soldi e li investe male ecco che la banca
FALLISCE.

Perché la banca fallisce?

La banca può chiedere alla BCE ma se a chiedere alla bce è il governo tedesco
allora la bce stampa e la banca paga ma se è una banca italiana e a mediare c'è
berlusconi il puttaniere e tremonti che non è capace ecco che l'investitore si
spaventa.

In pratica qui nel decennale entra in gioco quelle variabili di cui parli tu e
sulle quali fai bene ad insistere e ti do ragione...
Post by Giuseppe
Cosa vuol dire concentrarsi sul PIL? Posso concentrarmi sullo spread
se si parla di spread e sul Pil se si parla di Pil.
Perchè tiri fuori il Pil adesso?
l'ho detto prima.
Il prodotto interno non bisogna considerarlo solo quantitativamente cioè come
valore assoluto e cioè come a dire 10 è maggiore di 3 ed è meglio 10.

Bisogna vedere LA CURVA del pil, l'andamento e cioè se c'è crescita o
recessione.

Se i capitali GIRANO e c'è fase di ESPANSIONE e cioè di crescita ecco che i
consumi aumentano ed hai buone possibilità di inserirti per gli affari ma se
non c'è crescita ecco che la gente spende meno, investe meno, ed anche i
diversi esercizi sono meno redditizi in valore assoluto. Se poi a questo sommi
una inflazioneo ecco che il discorso si complica.

Tutto questo su di un diagramma IS LM alla fine fa vedere come ci si
riposizioni ad un livello di PIL più basso ma quel livello più basso è
RELATIVO...è di QUANTO più basso bisogna considerare.

E' come per l'energia potenziale: questa è dinamica economica infatti.

Non ci interessa dove metti lo zero ma di QUANTO ti scosti dallo zero.

Non ci interessa il pil in termini assoluti ma di quanto ti scosti rispetto
all'annata precedente.

Ed è in base a questi calcoli che per es tu puoi investire in grecia e gli
affari ti andranno bene ed investi in italia e ti vanno male.

Un esempio facile....in questo periodo in italia ci sono beni di consumo che
non vendi perché il MERCATO E' SATURO....prendi questi stessi beni li porti in
grecia abbassi il prezzo e li vendi.

Ovviamente puoi conservarti i beni ed aspettare.... ma se hai bisogno SUBITO di
liquidità dove vai a prenderla?

Ed ecco che sulla curva LM e cioè deve sviluppare una tendenza tra moneta in
circolazione e liquidità poi sulla IS su risparmi ed investimenti ecc ecc

Lo so che detto così si capisce poco e nulla ma in effetti è come quando si
parla delle funzioni ed uno non le ha mai viste ed allora se io dico sen e
coseno e cosecante ecco che l'altro mi dice: ma di cosa parli?:)
Post by Giuseppe
Oltre a chi collocherà piu' titoli si chiederanno pure chi sarà in
grado di ripagarli e perchè non ti pare?
Giusto!

Ma qui però il discorso si sposta sulle SINGOLE banche.

Per es quando il governo Bush aveva finito i soldi e la fed era restia a
stampare ecco che ci pensarano le banche che poi sono fallite a comprare i
titoli ma poi anche qui soldi finirono e venne pilotato il fallimento di ALCUNE
banche...perché il rischio è che l'INTERO SISTEMA venga coinvolto e quindi la
fed che deve intervenire e l'inflazione che aumenta ed ecco la crisi del 1929 e
TUTTE le altre precedenti per lo stesso medesimo motivo.

Ora una banca centrale non è che serva solo a stampare ma anche per dire:
ragazzi prestate solo voi, voi altri non prestate nulla perché bisogna fare
ripartire l'economia tra tre mesi ecc.

Cioè ad un certo punto il CONTANTE viene bloccato in alcune banche che poi
provvederanno a farlo circolare al momento opportuno.

Per es se così non avessero fatto quelli della fed ecco che Bush(è un esempio)
sarebbe stato capace di RASTRELLARE tutto il contante in tutte le banche usa e
con quelli avrebbe pagato le industrie e comprato tutto il comprabile:))

Ma se così si fa(e nelle epoche passate lo facevano) ecco che hai delle
iperinflazioni spaventose.

Il "trucco" sta nel FALLIRE perché così facendo quei soldi che andrebbero a
generare la iperinflazione vengono BLOCCATI.

E' così che tieni l'inflazione sotto controllo quando c'è gente guerrafondaia
alla casa bianca che per es vuole vaccinare tutta la pooplazione contro la
pandemia per i guadagnare con le industrie farmaceutiche ecc

ma questo è un discorso lungo difficle e storico...ti consiglio il libro di
Galbraith sulla storia della moneta.
Post by Giuseppe
Banalmente l'italia potrebbe
aver bisogno di molti piu' soldi semplicemente perchè i suoi scenziati
hanno scoperto nuove tecnologie da immettere sul mercato. Quindi nuovi
investimenti (veri, non sulla carta). Allora certo che avrebbe bisogno
di piu' tituli, ma anche sarebbe piu' capace di ripagarli.
Quindi c'entra: La richiesta di titoli ma anche e soprattutto la
destinazione di quella raccolta. Se la raccolta viene destinata a
sperpero, i mercati ti puniscono. Giustamente.
Se la raccolta viene destinata a buoni investimenti, il mercato ti da
i soldi e non ti chiede nemmeno un grosso rendimento in cambio.
Senza pensare poi che il mercato ci GUADAGNA davvero perché così NON aumenta
l'inflazione.
Cmq dai tuoi ragionamenti noto che SOTTOVALUTI l'inflazione ed il ruolo della
BCE che è fondamentale così come quello della fed.

Per es la grecia DEVE fallire perché altrimenti bisogna buttare via
l'euro....non ha senso donare ai greci perché quel dono ti fa aumentare
l'inflazione.

Ai greci non puoi regalare il lavoro ATTUALE ma vai a regalare lavoro
DEPOSITATO da anni sotto forma di risparmio.....sarebbe come se i tedeschi
INSIEME prendessero i loro risparmi per andare a divertirsi per un anno di
seguito in giro per l'europa...camere d'albergo pieno, prezzi di alimentari
alle stelle, cinema pieni, pane, colazioni ecc ecc...si ROVINA il sistema e
aumenta inflazione.

L'unica sarebbe quello di REGALARE ai greci le industrie tedesche e cioè
delocalizzi le industre tedesche in grecia poi ASSUMI i lavoratori greci che
emegrano ed inviano i soldi ai familiari in grecia che investon in grecia...

ma se mandi soldi e quelli li spendono ecco che ottieni inflazione da loro
prima di tutto e gli fai del male e non del bene.
Post by Giuseppe
Quindi i titoli che berlusconi ha emesso o fatto emettere nel 2002,
sono talmente elevati (perchè tutti gli anni scadono i titoli non ti
pare? Quelli emessi 10 anni prima ecc. e questo vale anche per gli
alti paesi non ti pare? C'è solo un discorso numerico.
FERMO!

Qui si usano perfino le equazioni differenziali PDE perché c'è la variabile
temporale e l'inflazione programmata sotto il 2% ecc ecc.
I conti qui sono molto complessi...


<
Post by Giuseppe
E voglio
scoprire se lo sai o se parli a vanvera) in quanto a volumi che hanno
inciso sulla percezione della capacità dell'italia di rinnovarli.
GIusto?
Cioè la lettura delle STATISTICHE...la percezione è un fatto soggettivo e non
la usiamo in economia.
Post by Giuseppe
Fermo restando che sto aspettando sempre di sapere quanti sono
questi titoli (e che rendimento hanno) secondo te i mercati sono così
fessi che aspettano la scadenza per aggiornare la loro percezione
sull'italia? Come se quei titoli potevano anche non scadere?
Il titolo SCADE, tu vai e RITIRI GLI INTERESSI.
Poi bisogna vedere il TIPO di contratto che può variare a seconda del
titolo...se vai negli uffici postali hanno tanti "prodotti" finanziari e te ne
puoi rendere conto. Ed è questo che ha bisogno di essere trattato con le PDE.
Post by Giuseppe
Ma tu
c'hai le pigneee!
La complessità di calcolo c'è ed io non l'ho mai sottovalutata tanto è vero che
ho approfondito molto la statistica economica. Inoltre sul ng di economia sono
stato l'unico con peter11 a parlare di curve di livello e moltiplicatori di
Lagrange in microeconomia. L'equilibrio è difficile da trovare "numericamente"
e si tratta di fare calcoli sofisticati è come quando si fa la fisicamatematica.

Sono ben consapevole che maggiori sono le variabili di un sistema maggiore la
INSTABILITA' delle soluzioni delle equazioni.....Poincaré se non sbaglio se ne
occupò di questo aspetto ed introdusse la topologia per studiare il tutto...

E' questo il cuore della macroeconomia. Cioè trovare l'equilibrio.

Però voglio essere più chiaro...

Newton trova le leggi della gravitazione, come ruotano i corpi celesti, orbita
ellettica, dimostra che l'orbita deve essere ellittica le leggi di keplero ecc.

ATTENZIONE!

Questa sopra è un MODELLO fisicomatematico che per diventare LA REALTA' ci
vogliono gli esperimenti cioè le osservazioni per vedere se i pianeti seguono
quelle orbite e per es si vuole risolvere il problema dei tre corpi....ecco che
con le equazioni non ce la fai e allora devi ragionare in modo euristico per
tentativi ed errori....in pratica la legge generale non la puoi applicare..

è come quando non avevano la formula risolutiva per le equazioni di secondo
grado e allora volta per volta facevano i tentativi e cioè non conoscevano la
legge per le eq di secondo grado.

Poi però la scopri quella legge e però per applicarla non sempre è facile ed
ecco che anche se non è facile capisci che quella legge è giusta.

Per il sistema solare capisci che la legge non è facile da applicare alle
osservazioni e però capisci che è giusta anche se preferisci usare una via
EURISTICA per i casi specifici: problema dei tre corpi e poi degli n corpi.

In economia è la stessa identica problematica.

Quando sperimenti(econometria) in pratica vuoi vedere se è vero che è un
problema di equilibrio.

Per es vuoi vedere se è vero che stampando le banconote e dandole nella tasca
della gente ecco che ti schizzano i prezzi alle stelle.....però
CONTEMPORANEAMENTE vuoi vedere quanto tempo dura questo fenomeno e quali altre
variabli tira in ballo e se alla fine si RISTABLISCE un nuovo equilibrio..

Ora in questo modo tu vedi se è vero il modello IS LM oppure se è una teoria
sbagliata.

Bernanke nel suo libro prende i casi storici e gli studi effettuati e fa vedere
che il modello REGGE e cioè che ogni volta si crea un nuovo equilibrio.

FINE discorso economia DETERMINISTICA.

Inizio economia della complessità: logica quantistica.

Qui è come per i computers quantistici, la complessità, c'è la statistica e
cambia proprio la LOGICA della previsione....qui si fanno i CALCOLI senza avere
una legge deterministica. Ma questo avviene di recente usando i computer molto
potenti.

Però per introdursi a questo tema io direi che prima bisogna vedersi un po' di
informatica quantistica e prima ancora un po' di meccanica quantistica e la
teoria delle informazione quantistica.

Dopo ancora si riuscirà a capire anche quello che vuole dire Penrose sulla
coscienza quando parla di microtubuli.

Questa sopra è una problematica EPISTEMOLOGICA cioè di METODO si esce dalle
leggi deterministiche e si fa un nuovo tipo di teorie. Quindi qui stiamo
parlando di un NUOVO metodo che io neppure conosce e non so ancora applicare ed
ecco che mi arrangio con la teoria dell'equilibrio.

http://digilander.libero.it/moses/penrose01.html
--
Pace e Bene
Continua a leggere su narkive:
Loading...